Dacia Duster Black Shadow, per uscire dall’ombra

sabato 25 febbraio 2017

 Il marchio romeno Dacia, di proprietà Renault, negli ultimi anni ha avuto un importante successo di vendite nel mondo e anche in Italia, Dacia è un prodotto acquistato da chi non cerca il lusso, l’esasperazione della tecnologia e dell’elettronica, ma da chi cerca l’essenziale, un prodotto semplice senza però rinunciare a viaggiare in tutta sicurezza e nel confort, magari al giusto prezzo, cosa che oggi non guasta. 

Parte del successo nel nostro Paese Dacia lo deve però al suo Sport Utility Vehicle, il Duster che rappresenta più del quaranta per cento delle vendite in Italia, questo vuol dire che il Suv low cost piace, in particolare proprio il Duster, con le sue linee muscolose e accattivanti, compatto ma con uno spazio interno quasi da monovolume, alto da terra quanto basta per affrontare le situazioni difficili e il fuoristrada leggero, grazie anche al sistema di trazione integrale inseribile by Nissan.

Presentato nel 2010, dopo aver subito un primo restyling alla fine del 2013 che ha migliorato e completato la vettura con i paraurti in tinta, una nuova calandra con i gruppi ottici anteriori ridisegnati a doppia ottica e i fari posteriori dalla nuova grafica, l’interno con i nuovi rivestimenti, la plancia più moderna con la strumentazione rivista, nel 2016 molti dettagli della vettura hanno subito ancora un rinfresco e quest’anno è disponibile anche la nuova serie limitata Black Shadow, top di gamma, più elegante e con una dotazione di serie ancora più completa. 

La versione Black Shadow del Duster è disponibile in cinque tinte, bianco opaco, nero nacrè metallizzato, grigio cometa metallizzato, grigio platino metallizzato e il nuovo brun vision metallizzato, il look su questa versione è estremamente curato nei dettagli, la griglia della calandra e le calotte dei retrovisori sono in finitura Shinny Black, i vetri posteriori laterali sono oscurati e i montanti delle portiere sono neri, le pedane, la protezione sottoscocca anteriore e posteriore, la cornice dei fendinebbia e le barre sul tetto sono in finitura cromo satinato, il terminale di scarico invece è cromato lucido, completano il look i cerchi in lega da 16” diamantati neri.

L’interno del Duster ospita comodamente cinque persone, la parte centrale della plancia qui è in finitura Shinny Black e il volante è in pelle, i rivestimenti dei sedili sono specifici per quest’allestimento, in tessuto bicolore grigio chiaro e scuro, il bagagliaio è regolare e ben sfruttabile, offre una capacità di 475 litri, ampliabile fino a 1.636 abbattendo lo schienale posteriore.

Duster Black Shadow offre di serie il clima manuale, il computer di bordo con indicazione della temperatura esterna, il cruise control, il Media Nav Evolution con schermo touch da 7”, che comprende navigatore, radio, presa Aux-in Usb, il Bluetooth con comandi al volante, il radar parking posteriore con telecamera, i vetri elettrici anteriori e posteriori e gli specchi elettrici, i fendinebbia. La dotazione si può completare con gli accessori a pagamento, che sono solo i sedili riscaldabili con inserti in pelle, la ruota di scorta (di serie c’è il kit di gonfiaggio), le mappe europee per il navigatore e le tinte metallizzate.

In merito alla sicurezza e al confort Duster offre l’ABS con assistenza alla frenata d’emergenza, gli Airbag conducente, passeggero e laterali per testa e torace, la chiusura centralizzata con telecomando con sistema d’attivazione anche in movimento, i ganci Isofix, il sedile conducente e il volante regolabile in altezza, la panchetta posteriore frazionabile 1/3-2/3, tutto di serie.

Le motorizzazioni disponibili per l’allestimento Black Shadow sono tutte Euro 6 by Renault, 1.600 benzina e gpl 115 CV Start&Stop 4x2 con cambio manuale a cinque rapporti, il nuovo 1.200 Tce turbo benzina 115 CV S&S 4x2 oppure 4x4 con cambio manuale a sei rapporti, 1.500 dCi diesel 110 CV S&S 4x2 oppure 4x4 con cambio manuale a sei rapporti, a breve questo motore sarà disponibile anche abbinato al nuovo cambio EDC automatico a sei rapporti a doppia frizione, però solo per la versione a trazione anteriore.

Dacia Duster grazie alla sua altezza da terra, al sistema di trazione integrale dal comando molto semplice e intuitivo e al cambio a sei rapporti, con una prima molto corta, anche senza le ridotte si dimostra agile e molto pratico nella guida off –road, la posizione di guida alta permette un buon controllo della vettura e una buona visibilità anche nel traffico cittadino, dove si muove bene grazie alle sue dimensioni compatte, in sostanza un’auto che piace sempre di più, pratica comoda ed economica.

WALTER POGGIO 

 

Altri articoli di "Motori"
Motori
30/06/2017
 La Fiat 500 quest’anno festeggia sessant’anni e lo fa con una serie ...
Motori
27/05/2017
 Importante appuntamento domani, domenica 28 maggio, per tutti i vespisti e gli ...
Motori
26/05/2017
 Domenica 28 maggio a Basaluzzo in occasione della “12a Sagra delle Pro Loco ...
Motori
29/04/2017
 Il rally del Tartufo è un classico ormai sulle tortuose e impegnative strade ...
 Mercoledì 19 luglio u.s. si è svolta in Confesercenti la riunione del gruppo di lavoro della ...