Oggi presso la Biblioteca Civica di Alessandria incontro con la scrittrice Patrizia Emilitri

martedì 9 maggio 2017

 L’Associazione SpazioIdea, la Libreria Fissore e l'Associazione La Voce della Luna, in collaborazione con OfficinaCittàSolidale, Circolo Provinciale della Stampa e con il patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Alessandria, presentano un ciclo di incontri letterari tutti al femminile, nell'ambito di un calendario variegato di incontri per il "Maggio dei Libri”. 

A partire da oggi martedì 9 aprile e sino a martedì 30 maggio, si alterneranno voci e volti diversi di scrittrici, a raccontare al pubblico le loro ultime fatiche letterarie.

Oggi, martedì 9 maggio, alle ore 18.00, presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria (P.zza Vittorio Veneto 1), Patrizia Emilitri presenta “La carezza leggera delle primule” e “Come se l’amore potesse bastare” (Sperling & Kupfer). Interviene Vittoria Oneto, assessore alle Politiche Culturali e Giovanili del Comune di Alessandria. Dialogano con l’autrice Barbara Rossi e Francesca Orzalesi. 

Patrizia dice di sè : "Sono nata a Tradate (Va) il 12/11/1962, abito a Vedano Olona (Va), con mio marito, Marco, una figlia di venticinque anni, Martina, un figlio di ventitrè, Lorenzo e due cani: Mac e Giadi. Sono ragioniera e collaboro da venticinque anni a un’attività di consulenza tecnica industriale dove mi occupo di contabilità. Appassionata lettrice, divoro ogni genere letterario.

La passione per la pagina scritta mi ha coinvolta, spingendomi anni fa a decidere di usare la mia fantasia e imparare la tecnica per provare a scrivere. Ho frequentato molti corsi per imparare a scrivere, correggere e riscrivere e, se il caso, gettare quanto scritto. Ho deciso di partecipare a concorsi letterari per mettermi alla prova e ho avuto grandi soddisfazioni."

Come se l’amore potesse bastare: Quando torna a vivere in paese insieme al marito e ai due figli, Barbara ha più di una verità da nascondere. È dura ammettere che hanno dovuto chiudere il negozio, che sono in un mare di debiti e non possono più permettersi di mantenere l'appartamento in città, che sono diventate una delle tante famiglie colpite dalla crisi. Solo con sua madre non può far finta di niente; del resto, per…. Ma c'è qualcos'altro che nemmeno lei deve scoprire: un segreto che Barbara custodisce in grembo e che sta per costarle la decisione più difficile della vita.

Una sera, mentre i pensieri le tolgono il sonno e l'unico conforto sembra essere un documentario alla tv, un piccolo dettaglio la scuote all'improvviso. Nello studio di un famoso architetto, lì sullo schermo, c'è qualcosa che Barbara conosce molto bene: la statuina intagliata nel legno che sua nonna ha sempre custodito gelosamente. Nonna Gentile: una roccia per tutta la famiglia, una donna coraggiosa capace di crescere da sola quattro figli al tempo della guerra, con il marito disperso al fronte.

Perché nessuno sa - o vuole - spiegarle come mai quel piccolo oggetto sia finito là? Perché sua madre sembra infastidita dall'argomento? C'è un punto oscuro nella vita della nonna ed è lì che Barbara vuole scavare. A tutti i costi, come se quella statuina di legno racchiudesse la soluzione a tutti i suoi problemi, il senso che lei stessa sta cercando. Il consiglio di nonna Gentile di cui tanto, ora, avrebbe bisogno.

La carezza leggera delle primule: L'aria è gelida, a ricordare che l'inverno non è ancora finito. Un cielo plumbeo incornicia i pensieri di Claudia. Il sole sarebbe stato fuori luogo, nel giorno del funerale di sua madre. Lacrime, formalità, pratiche da sbrigare: il triste copione va in scena. Ma qualcosa di insolito accade quel pomeriggio stesso, quando Claudia riceve una strana busta accompagnata dalla lettera di una sconosciuta. La donna le affida un manoscritto inedito, una storia straordinaria di cui la ragazza, aspirante scrittrice, potrà servirsi per arrivare al successo. Clorinda è ricoverata in una casa di riposo. Ormai la sua vita è quasi tutta alle spalle, così almeno credono gli altri. Ma lei nasconde un segreto che è arrivato il momento di svelare. Una vicenda che ha radici molto lontane, nel giorno in cui Clorinda ha sfidato il proprio destino, scampando alla morte. Per farlo, si è servita di un vecchio quaderno di ricette appartenuto a una donna accusata di stregoneria, e ha attirato su di sé una terribile condanna. Ora, dopo tutti quegli anni, ha finalmente trovato la persona cui consegnare la propria storia. Qualcuno che condivide con lei molto più di quanto possa immaginare. Qualcuno che, come è stato per lei in passato, dovrà fare una scelta pericolosa. Una storia al confine tra realtà e sortilegio, un romanzo che racconta di donne al bivio tra ciò che è giusto e ciò che vogliono davvero.

Programma generale della rassegna:

Martedì 9 maggio, ore 18.00, Patrizia Emilitri (Biblioteca Civica “F. Calvo”, Sala Bobbio, P.zza Vittorio Veneto 1)

Martedì 16 maggio, ore 18.00, Sara Rattaro (Biblioteca Civica “F. Calvo”, Sala Bobbio, P.zza Vittorio Veneto 1)

Martedì 23 maggio, ore 18.30, Elda Lanza (Libreria Fissore, spazio esterno, via Caniggia 20)

Sabato 27 maggio, ore 16.00, Giuliana Gambuzza; ore 18.00, Mavi Pendibene (Libreria Fissore, spazio esterno, via Caniggia 20)

Martedì 30 maggio, ore 18.00, Michela Tilli (Palazzo Cuttica, Via Parma 1)

Tutti gli incontri sono a ingresso libero. 

Per informazioni: 

www.facebook.com/Associazione-SpazioIdea; ww.facebook.com/VoceLuna; 

www.voceluna.altervista.org; www.facebook.com/libreria.fissore

MARIO MARCHIONI / mario.marchioni@alessandriamagazine.it

 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
29/05/2017
 Una nuova proposta di eventi, nell’ambito del ...
Cultura
29/05/2017
 L’Associazione SpazioIdea, la Libreria Fissore ...
Cultura
23/05/2017
 E’ andata a Mikel Landa, corridore spagnolo ...
Cultura
23/05/2017
 Martedì 23 maggio alle ore 17 la Biblioteca ...
 L’Amministrazione Comunale di Alessandria ha visto approvati e finanziati 8 progetti per complessivi 31 ...