Per ‘Bistagno in Palcoscenico’ rendiconto della rassegna 2017 e progettualità per la prossima stagione teatrale

mercoledì 17 maggio 2017

 Da gennaio ad aprile 2017 si è svolta, presso il Teatro della “S.O.M.S.” di Bistagno (AL), la rassegna Bistagno in Palcoscenico, finanziata e promossa dalla Fondazione “Piemonte dal Vivo”, come primo progetto della residenza di “Quizzy Teatro”, in collaborazione con la succitata Società Operaia di Mutuo Soccorso e con il patrocinio del Comune.

Si sono susseguiti, con un intervallo di circa due settimane l’uno dall’altro, cinque spettacoli e precisamente nell’ordine: Mistero Buffo di Dario Fo, diretto e interpretato da Ugo Dighero, per il Teatro dell’Archivolto, Les Jumeaux di Daniele Ronco, interpretato da Davide e Mauro Borra, della Compagnia “Mulino ad Arte”, SOLO-Una vita scritto da Monica Massone, interpretato da Fabrizio Pagella, per “Quizzy Teatro”, Piccola Società Disoccupata, dall’opera di Remi De Vos, regia e drammaturgia di Beppe Rosso, con Ture Magro, Barbara Mazzi e lo stesso Rosso, per ACTI Teatri Indipendenti, con il sostegno del Sistema Teatro Torino, Cuore di Piombo-Un sogno d’infanzia, ispirato alla fiaba Il tenace soldatino di stagno di Andersen, regia di Tobia Rossi, con Monica Massone e Marco Trespioli, per “Quizzy Teatro”.

Giovedì 12 gennaio, Mistero Buffo, grandi monologhi di Dario Fo, rivisti nella chiave personale di Ugo Dighero, è stato un “tutto esaurito”, riempiendo i 99 posti a disposizione, con un eccellente gradimento da parte del pubblico. Sabato 25 febbraio due fisarmonicisti gemelli hanno raccontato in musica la loro vera avventura di artisti di strada in giro per il mondo con Les Jumeaux. Anche in quest’occasione il Teatro “SOMS” ha avuto il “tutto esaurito”. Ottima soddisfazione e partecipazione da parte degli spettatori. Sabato 18 marzo è stata la volta di SOLO-Una vita, la storia di Antonio Trentin, uno dei tanti, anonimi caduti della prima guerra mondiale, e di come abbia inseguito il suo ideale di libertà attraverso la guerra, alla ricerca di se stesso e della propria individualità: “tutto esaurito” e un pubblico commosso. Sabato 1° aprile è andata in scena un’esilarante rappresentazione del mondo del lavoro odierno in Piccola Società Disoccupata, la vicenda di un conflitto generazionale in una lotta senza esclusione di colpi, dove non mancano momenti d’amore, d’ingenuità e di grande illusione. Sala occupata per circa i ¾ dei posti da un pubblico particolarmente attento e critico. Il sogno e la fiaba hanno chiuso la rassegna venerdì 28 aprile con Cuore di Piombo-Un sogno d’infanzia, frutto di una drammaturgia scritta su misura per gli attori Monica Massone e Marco Trespioli dal giovane regista Tobia Rossi. Il pubblico, prossimo al “tutto esaurito”, si è sinceramente divertito nel vivere le rocambolesche difficoltà dei due protagonisti, Daphne, manager cinica e spietata, e Massimiliano, aspirante danzatore, alle prese con gli ostacoli che la vita frappone alla realizzazione delle loro aspirazioni. 

Come si può notare, i contenuti hanno spaziato tra la grande prosa, il sociale e lo storico, strizzando l’occhio anche alla musica. La media dell’età degli spettatori è stata di circa 50 anni, con significative presenze di giovani sotto ai 18 anni e anziani vicini agli 80. La loro provenienza è stata prevalentemente da Acqui Terme (AL) e comuni limitrofi, con partecipazioni dall’astigiano, dal cuneese e dal savonese. 

La Direzione Artistica è stata affidata e lo sarà anche per il prossimo futuro a “Quizzy Teatro”, in quanto titolare di una residenza facente parte del progetto “Corto Circuito”, ideato dalla Fondazione “Piemonte dal Vivo”. Essere una residenza significa avere una “casa” dove produrre e organizzare stagioni di spettacolo e manifestazioni, con la possibilità di circuitare in una rete di altre residenze e teatri sul territorio della regione Piemonte. La casa di “Quizzy” è il Teatro “SOMS” di Bistagno, il cui Presidente, Bruno Barosio, e Vice-Presidente, Riccardo Blengio, sono partner organizzativi e progettuali, nonché co-intestatari della convenzione di residenza. 

“Quizzy Teatro” si propone, per la stagione 2017-2018, i seguenti obiettivi: 

- produrre più di uno spettacolo, trattando tematiche di attualità o riferentesi a un recente passato che ha determinato gli attuali fenomeni, con un’impostazione impegnata ma intrisa di stile “pop”

- presentare uno o più spettacoli di argomenti che interessino anche il territorio

- organizzare il cartellone di spettacoli per la rassegna Bistagno in Palcoscenico con due nomi di richiamo, produzioni comico-musicali, e commistione tra prosa e altre forme di intrattenimento 

- organizzare un cartellone di spettacoli per il Teatro-Scuola con riadattamenti di classici della letteratura per l’infanzia e l’adolescenza 

- workshop intensivi di teatro, danza e musica destinati a un approfondimento didattico per la scuola o tematico per professionisti e amatori condotti da artisti affermati

- allestimento di studi di spettacolo, letture, saggi e dimostrazioni di lavoro

- coinvolgimento di artisti locali per la realizzazione di spettacoli

È in fase di definizione una mini-rassegna estiva di prosa e musica, da allestirsi in Bistagno, a cura di “Quizzy Teatro”. 

La grande fatica di organizzare una stagione teatrale su un territorio quasi privo di storico - afferma Monica Massone, Direttrice Artistica della residenza - ha rappresentato per “Quizzy Teatro” un’avventura e una sfida ampiamente ripagata, a mio avviso, dal consenso, dall’affetto e dalla famigliarità di un pubblico che ormai chiamo per nome. Ora l’obiettivo è progettare e pianificare con regolarità produzioni, manifestazioni ed eventi che abbiano un’omogeneità di stile e contenuti e che, in primis, rispondano alle richieste e alle esigenze espresse dagli spettatori e dal territorio tutto.

Siamo molto soddisfatti e piacevolmente stupiti - replica Riccardo Blengio, Vice-Presidente della S.O.M.S. - per il risultato ottenuto da un progetto avviato in corsa e che sembrava sovradimensionato rispetto alle nostre e di “Quizzy” attuali disponibilità. Confidiamo nel continuare una proficua collaborazione con “Quizzy Teatro”, uniti nell’intento di trasformare il paese di Bistagno in un piccolo ma significativo centro di produzione teatrale a più livelli.


Doveroso il ringraziamento alla Fondazione “Piemonte dal Vivo”, alla “S.O.M.S.” di Bistagno, a “Cibrario Libreria Illustrata” di Acqui Terme per il servizio di prevendita biglietti, e alla stampa tutta, tra cui i media-partner “L’Ancora” e “Radio Gold”, per il sempre preciso e puntuale servizio di informazione. 

LA REDAZIONE / redazione@alessandriamagazine.it

 

Altri articoli di "Spettacoli"
Spettacoli
20/07/2017
 L’assessorato alle Manifestazione ed Eventi del ...
Spettacoli
08/07/2017
L'Associazione Nobili Colline del Monferrato nata per promuovere e valorizzare il ...
Spettacoli
29/06/2017
 Sarà una giornata impegnativa quella di oggi ...
 Il corso “I più fragili tra i più deboli/Giallo come il miele” (marchio registrato ...