Donazione del Rotary Gavi-Libarna al presidio Riabilitativo Borsalino di Alessandria

venerdì 19 maggio 2017

 Una stazione di lavoro sviluppata per la riabilitazione dell’arto superiore (del valore di oltre cinquantamila euro), che permette alla mano di effettuare un movimento secondo diversi esercizi, impostabili tramite un software che il paziente può visualizzare sullo schermo, è la donazione presentata nei giorni scorsi al presidio Riabilitativo Borsalino di Alessandria dal Rotary Gavi-Libarna, che attraverso una azione “globale” ha coinvolto grazie a una raccolta fondi diversi Rotary Club francesi della zona di Aix en Provence, dieci Club italiani riuniti all’interno del gruppo “il Grappolo”, due distretti Rotary (2032 e 1760), un Club indiano e la Fondazione Rotary.

Giovanna Baraldi, direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, ha ringraziato Abilitando e tutti i numerosi rappresentanti dei Rotary: “In primo luogo ringrazio per questa preziosa donazione, che qualifica le attività dei nostri professionisti. In questo momento stiamo attraversando un cambiamento importante, richiesto per ottimizzare le risorse e aumentare l’offerta dei posti letto, che saranno due in più per la riabilitazione neuromotoria di secondo livello. Il riordino della riabilitazione al Civile, pertanto, è stato orientato in senso più ampio anche all’Infantile e al Borsalino, per avere una visione d’insieme, avere una maggiore forza e servire al meglio i nostri pazienti”.

Una donazione davvero importante, come ha spiegato il dr. Salvatore Petrozzino, direttore del Dipartimento di riabilitazione: “Lo strumento rappresenta una innovazione tecnologica sofisticata che permette, associando robotica e informatica, una riabilitazione particolarmente efficace: mira, infatti, all’apprendimento delle capacità delle azioni della vita quotidiana, grazie ad un supporto dinamico che permette alle braccia del paziente di fluttuare nello spazio ed eseguire esercizi funzionali. Il sistema permette una terapia anche per pazienti che non hanno ancora recuperato attività motorie volontarie, anche con il supporto di esercizi che possono essere visualizzati a video, prima di essere eseguiti”.

Questa straordinaria donazione è solo l’ultima di una serie di interventi che hanno potuto vedere la luce grazie alla sinergia tra Abilitando e l’impegno concreto del Rotary Gavi-Libarna, allora presieduto da Mario Fedriani che aveva creduto nell’idea e che ha fatto da collettore di una serie di raccolte a favore dei diversamente abili della provincia di Alessandria svolte dai Rotary Club della zona sotto forma di attrezzature e formazione devolute a enti e associazioni che operano nella zona di Alessandria e provincia, offrendo così un aiuto delle persone con disabilità, con un impegno di circa 100.000 euro, com’è stato anche sottolineato da Natale Spineto, attuale presidente del Rotary Gavi-Libarna. Nell’occasione ha inoltre portato un saluto Roland Zeyen in rappresentanza dei club francesi presenti, sottolineando la forza dell’idea della sinergia, che sarà portata anche in Francia il prossimo anno.

Ricordiamo infine che il Rotary Club Gavi Libarna, sostenuto dal Rotary Club di Alessandria e dal Distretto Rotary 2032, è al lavoro per organizzare l’evento ‘Abilitando 2017’ che si terrà presso il Complesso Monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo (AL) il 6 e 7 Ottobre 2017.

MARIO MARCHIONI / mario.marchioni@alessandriamagazine.it

 

Altri articoli di "Attualità"
Attualità
31/10/2017
 “Siamo la generazione di oggi che cambia il domani”, questa è la ...
 Il corso “I più fragili tra i più deboli/Giallo come il miele” (marchio registrato ...