La Cantina Vinchio-Vaglio Serra trionfa anche nel più prestigioso concorso enologico in Cina

giovedì 26 ottobre 2017

 Due medaglie d’oro (Insynthesis 2009; I Tre Vescovi 2015), una d’argento (Nivasco 2016) ed una di bronzo (Valamasca 2016): è questo il risultato ottenuto dai vini della Cantina Vinchio-Vaglio Serra al ‘China Wine & Spirits Awards 2017’, concorso rivolto al mercato cinese, al quale hanno partecipato migliaia di etichette in rappresentanza di 55 nazioni.

Questi premi giungono al termine di un anno ricco di soddisfazioni per i vini firmati Vinchio-Vaglio Serra, che hanno ben figurato a concorsi internazionali come il Baccus, dove l’Insynthesis 2009 è stato giudicato il miglior vino italiano, il Decanter’s WWA, il Concours Mondial de Bruxelles, il Mundus Vini. 

Importanti le conferme giunte anche dalle degustazioni, con i 91 punti attribuiti da Decanter al Vigne Vecchie 2011, senza dimenticare il trionfo ottenuto su Weinwirtschaft, che ha eletto Vinchio-Vaglio Serra la migliore cantina cooperativa italiana.

“Siamo felici di questo ennesimo premio internazionale, che conferma la qualità della nostra intera produzione – ha dichiarato il Presidente Lorenzo Giordano . si tratta di un duro lavoro che dà i frutti sperati e ritengo possa essere ben sintetizzato dalla nostra etichetta più importante, quel Vigne Vecchie di cui abbiamo appena festeggiato la trentesima vendemmia. Una Barbera che ben simboleggia la nostra terra, estremamente longeva e capace di confrontarsi con i più prestigiosi vini rossi internazionali”.

MARIO MARCHIONI / mario.marchioni@alessandriamagazine.it

 
Altri articoli di "Attualità"
Attualità
31/10/2017
 “Siamo la generazione di oggi che cambia il domani”, questa è la ...
 Il corso “I più fragili tra i più deboli/Giallo come il miele” (marchio registrato ...